• 2020
  • PROLASSO DELLA TERZA PALPEBRA (CHERRY EYE - OCCHIO A CILIEGIA) NEL CANE 16/01/2020

    Cos’è la terza palpebra? È una “membrana”, sorretta da 1 cartilagine a forma di “T” che segue il profilo corneale, rivestita esternamente dalla congiuntiva.
    Alla sua base, non visibile in condizioni normali, alloggia una ghiandola lacrimale (detta appunto ghiandola della terza palpebra o di Harder), che produce una buona parte della porzione acquosa del film lacrimale.
    Per queste sue caratteristiche anatomiche svolge una duplice azione di protezione della cornea, meccanica e funzionale a coprire il globo oculare per chiusura delle altre due palpebre (nel cane “sale passivamente” come conseguenza della retrazione volontaria del globo oculare nell’orbita), e a diffondere il film lacrimale. 

  • Gestione animali randagi e animali vaganti feriti su strade comunali e provinciali 08/01/2020

    Cani Tutti i comuni si devono occupare dei propri randagi o cani vaganti investiti; chiamare i vigili o il 112 e mettersi in contatto con canile o struttura veterinaria ASL di riferimento. Esiste un veterinario ASL reperibile con l’incarico di intervenire in queste situazioni.

    Gatti Non tutti i comuni hanno l’obbligo/convenzione per occuparsi dei feriti; comunque Novi Ligure sì (Predosa no). Chiamare vigili, comune o 112 che mettano in contatto con il canile di Novi o il loro veterinario di riferimento. Sono per legge obbligati ad occuparsene e hanno la convenzione con un veterinario.

    Tel Arca novese 3331078853 - 01437721

  • 2019
  • Le patologie scheletriche del cane e la centrale di lettura Fsa. Scopi e finalità 07/03/2019

    Le displasie dell'anca (HD) e del gomito (ED) del cane costituiscono le più frequenti e diffuse patologie ortopediche a carattere ereditario che affliggono molte razze canine. Per certe razze (Doberman, Boxer, Rottweiler, Pastore Belga, Pastore Tedesco, Schnauzer e Terranova) le Società Cinofile Specializzate richiedono il controllo della displasia dell'anca come obbligatorio nei soggetti portati alla selezione, ma per tutte le altre razze i controlli sono raccomandati dai rispettivi club di razza e affidati al senso di responsabilità degli allevatori e dei proprietari dei cani abilitati alla riproduzione.

  • Vaccinazione cane e gatto 13/02/2019

    Perché vaccinare il mio animale?” Questa è una domanda che ci sentiamo rivolgere sempre più spesso dai detentori di cani e gatti: per rispondere, è innanzitutto importante sottolineare che in Italia non esiste l’obbligo di vaccinare i nostri animali domestici (eccezion fatta per la vaccinazione contro la rabbia, ma è un discorso che affronteremo più avanti). Allora a questo punto la domanda è ancora più legittima; ebbene, esistono malattie estremamente gravi per cani e gatti contro le quali la vaccinazione protegge sia il singolo individuo, sia, cosa ancora più importante e spesso sottovalutata, l’intera popolazione di cani o gatti: fondamentale è infatti il concetto di “immunità di gregge”, secondo il quale esiste uno scudo invisibile che difende anche gli animali non vaccinati limitando estremamente la diffusione di queste patologie, e più è alto il numero di soggetti vaccinati, più è potente questo scudo. Ecco perché è dunque fondamentale capire l’importanza della vaccinazione nei cani e nei gatti.

  • La filaria del cane e del gatto, una malattia pericolosa 01/02/2019

    La “Filaria”, nome comunemente attribuito alla patologia “filariosi cardiopolmonare” è una grave malattia parassitaria che nella nostra zona può colpire il cane e più raramente il gatto. I principali “colpevoli” di questa patologia sono: il parassita Dirofilaria Immitis (un vero e proprio verme che si localizza nel cuore del nostro amico a quattro zampe) e la zanzara (in particolar modo la Zanzara Tigre);

  • Il Primo soccorso di un animale ferito 21/01/2019

    Spesso capita di trovare animali randagi per strada, ma come bisogna comportarsi nel caso in cui ci si imbatta in un animale ferito senza il proprietario? Ebbene, dal 2012 c’è l’obbligo di primo soccorso degli animali feriti per strada, che siano domestici o selvatici, anche per il privato cittadino; infatti con il decreto attuativo pubblicato nel 2012 sulla Gazzetta Ufficiale n. 289 è stato approvato l’art. 31 della legge del 29 luglio 2010 n. 120 che va a modificare l’art. 189 comma 9-bis del Codice della Strada, che ora recita così: “L’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno.


Clinica Veterinaria San Rocco

Via Ovada 32 - 15067 Novi Ligure

[+39] 0143.78864